Rigatel del Castel

Rigatel del Castel

Un'antica leggenda narra che nel lontano 1288, pochi anni dopo il rinnovo dell'Atto di fondazione di Villafranca da parte della Signoria Scaligera, al di fuori delle mura di cinta del Castello vivesse una famiglia di casari votata alla produzione di formaggi.

Ogni seconda domenica del mese, all'interno delle mura, si teneva un Palio, al quale partecipavano la plebe e le varie famiglie nobili e borghesi della zona: durante questa giornata di festa si tenevano giochi, gare e mercatini di ogni genere. La Signoria Scaligera, in una di queste domeniche, indisse una contesa con lo scopo di deliziare i fini palati delle nobiltà presenti con prodotti a loro sconosciuti. A questa gara si iscrissero cuochi, pasticceri, salumieri provenienti da ogni dove ed anche il giovane figlio del casaro del castello. L'ambito premio erano 5 monete d'oro.

Al termine dei giochi e delle sfilate, le Signorie presenti si dedicarono a luculliane libagioni. Sul lungo tavolone imbandito per il pranzo spiccavano prodotti e piatti estremamente colorati ed elaborati. Solo uno tra tutti aveva un'aspetto povero e poco appetitoso, era una semplice formaggella tozza e rigata a cerchi concentrici. Tutti i commensali si diressero verso i prodotti più elaborati non considerando la piccola formaggella. Il figlio del casaro, scoraggiato dal poco interesse dimostrato verso il proprio prodotto, decise allora di tagliarlo e di offrirlo a piccoli bocconi. La piccola formaggella emanò così un profumo tanto invitante che tutti furono attratti da quel delizioso aroma e si diressero verso il giovane casaro che, stupefatto ma orgoglioso del forte interesse dimostrato dall'intera platea, si mise a distribuirne a piccoli bocconi. Di li a poco l'intera scorta del giovane casaro terminò. Qualche giorno dopo, la Signoria Scaligera lo convocò a palazzo per ringraziarlo e premiarlo del successo avuto e il giovane casaro, fiero di quel momento, portò con sè il padre. Una volta arrivati al cospetto della Signoria, venne loro chiesto quale fosse la ricetta del delizioso formaggio. "La ricetta non posso divulgarla - disse il giovane - ma posso solo dirvi il nome Rigatel del Castel

Informazioni

Formaggio caratteristico della città di Villafranca. Si tratta di un formaggio che ha un aspetto povero e poco appetitoso, la sua forma è tozza e rigata a cerchi concentrici che emana un profumo invitante. La sua storia inizia verso la fine del 1280, quando durante il palio che si teneva all'interno delle mura scaligere, un giovane casaro fece assaggiare la sua formaggella alla platea.

Paese di provenienza

Italia

Denominazione

PAT

Tipologia

Fresco

Scheda tecnica

Valore energetico (per 100g)
398 kcal/1654 kj
Grassi
29 g
di cui saturi
18 g
Carboidrati
0 g
di cui zuccheri
0 g
Proteine
33 g
Sale
1,5 g
Scarica la scheda